Visita all’Archivio Storico Comunale

Il 9 novembre abbiamo trascorso la mattina facendo lezione in Archivio Storico Comunale.  Nel laboratorio in archivio, gli alunni hanno viaggiato lungo la linea del tempo del Palazzo Municipale, seguendone l’evoluzione e ricostruendone lo sviluppo attraverso un doppio binario: le mappe della città e la documentazione archivistica. I monumenti più importanti della città vengono ricordati dai documenti. Nel cuore medievale di Ferrara, proprio sulla pubblica piazza davanti alla Cattedrale, affaccia ancora oggi il Palazzo Municipale. La struttura architettonica di questo complesso intreccia la sua storia con il potere signorile della casa d’Este, che ne fece fin dal Duecento la sua residenza di città. Le fonti cartografiche, a partire dall’alzato di Ferrara del 1499, hanno scandito le tappe e l’evoluzione del palazzo, che ha preso forma sotto i nostri occhi: la fase marchionale poi ducale, con la torre di Rigobello, lo scalone e il cortile delle duchesse, i lavori alla corte durante la Legazione pontificia, fino al restauro del prospetto nel primo Novecento, con la sistemazione della torre della Vittoria e del Vòlto del Cavallo. La lettura di antiche cronache e documenti d’archivio hanno restituito, quindi, la voce e lo sguardo degli uomini che nei secoli hanno attraversato i cortili e le stanze del palazzo. 

Il laboratorio sulle carte ha preparato le bambine e i bambini alla visita del Palazzo Municipale: è diventato più facile, così, riconoscere nelle pieghe e nei dettagli architettonici i momenti evolutivi del complesso, giocando a ritrovarne le tracce e ricomporne tutti i passaggi.

Dopo essere passati sotto il Vòlto del Cavallo e aver salito lo scalone, gli studenti sono entrati nel palazzo e ne hanno potuto scoprire il cuore tra le pareti della sala destinata, a inizio Novecento, alle riunioni della Consulta.