progetto
800/900

A Ferrara la terza mostra d’arte promossa congiuntamente da Assicoop Modena&Ferrara e Legacoop Estense in collaborazione pubblico-privato con le realtà museali ferraresi.

 

Cultura e società nell’opera degli artisti ferraresi dalle Raccolte GAMC, Assicoop Modena&Ferrara, BPER Banca. 58 dipinti, disegni e sculture – tra gli altri di Boldini, Previati, De Pisis, Pagliarini, Minerbi, Mentessi, Funi e Melli – racconteranno alcuni aspetti significativi della vita pubblica e privata tra Ottocento e Novecento: i mutamenti del territorio e della città, gli affetti familiari, i luoghi del lavoro e dello svago, la devozione e le nuove forme di spiritualità, l’immaginario letterario e la memoria dell’antico.

 

la mostra in sintesi

La mostra mette a confronto opere provenientida tre nuclei collezionistici ferraresi, le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, la Raccolta Assicoop Modena&Ferrara UnipolSai Assicurazioni; la Collezione BPER Banca (che custodisce ora il patrimonio artistico già della Cassa di Risparmio di Ferrara), ed è ospitata in tre importanti sedi museali storiche, Museo di Casa Romei, Palazzo Bonacossi, Palazzina Marfisa d’Este. L’intento della rassegna è quello di far scaturire un dialogo, sul piano storico e artistico, tra le opere esposte e l’allestimento permanente.

58 dipinti, disegni e sculture – tra gli altri di Boldini, Previati, De Pisis, Pagliarini, Minerbi, Mentessi, Funi e Melli – racconteranno alcuni aspetti significativi della vita pubblica e privata tra Ottocento e Novecento: i mutamenti del territorio e della città, gli affetti familiari, i luoghi del lavoro e dello svago, la devozione e le nuove forme di spiritualità, l’immaginario letterario e la memoria dell’antico.

L’esposizione è organizzata dal Mibac, Direzione territoriale delle reti museali dell’Emilia-Romagna, Museo di Casa Romei, Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea e Musei Civici di Arte Antica del Comune di Ferrara, Fondazione Ferrara Arte, Assicoop Modena&Ferrara UnipolSai Assicurazioni e Legacoop Estense.

La mostra è ospitata in tre importanti sedi museali storiche, Museo di Casa Romei, Palazzo Bonacossi, Palazzina Marfisa d’Este. L’intento della rassegna è quello di far scaturire un dialogo, sul piano storico e artistico, tra le opere esposte e l’allestimento permanente.

“Questa Mostra, promossa da Assicoop Modena&Ferrara in occasione del proprio cinquantennale – hanno sottolineato Andrea Bortolamasi, Assessore alla Cultura, alle Politiche giovanili e Città universitaria del Comune di Modena e Francesca Piccinini, Direttrice dei Musei Civici di Modena – rinnova con una differente declinazione quella stretta collaborazione tra pubblico e privato che già caratterizzò nel 2016 la mostra Passaggi, ospitata nelle prestigiose sale del Palazzo Ducale di Modena, sede dell’Accademia Militare. Una collaborazione che per quanto riguarda i Musei Civici di Modena e Assicoop Modena&Ferrara risale al 2007, quando fu avviato congiuntamente un progetto di ricerca che ha consentito negli anni a seguire di schedare tutte le opere degli ultimi due secoli appartenenti alla raccolta civica e a quella privata, e di realizzare cataloghi e iniziative volte a favorirne la conoscenza e la valorizzazione.”

articoli correlati